MondoXbox

Live your
passion!

UFC Undisputed 2010

Recensione - UFC Undisputed 2010

di Fabio Rossi / fbhell P 9 giu 2010
A poco più di un anno dall'uscita del primo gioco della serie, eccoci di nuovo qui a parlare della UFC, l'organzzazione di incontri di lotta di arti marziali miste che negli ultimi tempi sta acquisendo sempre più consensi attirando i lottatori di tutto il pianeta. Vediamo quali sono le novità di UFC Undisputed 2010.

Il Gioco

Circa un'anno fa ci trovammo qui a parlare di un nuovo gioco di lotta simulativa su Xbox 360. UFC 2009 è stato davvero uno dei titoli rivelazione per quanto riguarda questo genere e in sede di recensione avevamo espresso pareri estremamente positivi riguardo il sistema di controllo che permetteva di avere il totale controllo di numerosissime azioni sia in piedi che nella lotta a terra, facendoci sentire liberi di combattere quasi come se fossimo noi stessi nell'ottagono. Ora ci troviamo di fronte alla versione 2010 del gioco, che se a prima vista sembra non regalare grosse novità a livello grafico, in realtà apporta miglioramenti che vanno a toccare un po' tutti i punti del gioco. Si è lavorato molto per far apparire i lottatori meno legnosi, migliorando tantissime animazioni ed è stato ampliato inoltre il parco mosse inserendo parecchie varianti di contromosse, schivate e transizioni. I programmatori hanno quindi lavorato duro per approfondire il gameplay in modo maniacale cercando di prendere la via della simulazione senza scrupoli, mantenendo solo un pizzico di vena arcade per rendere gli incontri più avvincenti.

  • img
  • img
  • img


Anche la modalità carriera, che nella versione 2009 era stata un po' criticata per via della lentezza di molti menu e soprattutto per via della monotonia con cui si affrontavano i vari allenamenti, è stata completamente rivista ed è stato modificato completamente l'approccio e la creazione del nuovo lottatore, che ora ci permette oltre che di scegliere in modo molto più approfondito e vario le caratteristiche estetiche del nostro atleta, anche di non essere vincolati fin da subito da una classe di lotta. Infatti, mentre nella versione 2009 dovevamo scegliere fin da subito se essere un lottatore di boxe piuttosto che un kickboxer ecc, ora le mosse le apprendiamo man mano che ci alleniamo scegliendo noi ogni singola variante di attacco e definendo così un lottatore che può impersonare più stili di lotta contemporaneamente. E' stato completamente rivisto anche il sistema dei camp e degli allenamenti, che risulta ora più vario e ci permette di allenare il nostro atleta della modalità carriera, anche negli appositi camp online affrontando i training contro gli amici.

Oltre alla modalità carriera, di cui si potrebbe parlare per ore, sono state implementate anche altre modalità single player come la corsa al titolo o la difesa del titolo, una delle modalità più interessanti. Per finirla bisogna affrontare 12 lottatori divisi in 4 sub-categorie. Ogni volta che si sale di categoria gli scontri si fatto più impegnativi, fino ad arrivare agli ultimi lottatori. Per certi aspetti ricorda molto le modalità arcade dei vari picchiaduro. Sempre per quanto riguarda il gameplay invece, il gioco è decisamente più impegnativo della passata edizione.

Amore

Carriera

- Come descritto pocanzi, la modalità carriera è stata stravolta e approfondita: ora ci troviamo di fronte a una modalità davvero convincente e ricca di soddisfazioni, pur non essendo totalmente esente da difetti come la macchinosità della gestione degli sponsor. Bisogna ammettere che questa volta i programmatori hanno fatto centro e poter creare e personalizzare al 100% estetica e tecnica di lotta del proprio atleta senza essere vincolati dalle sei categorie della scorsa edizione è davvero una soddisfazione. Poi nuovi filmati di introduzione agli eventi, interviste post match, sistema di scommesse sugli incontri... che volete di più?

Gameplay

- Sono stato sorpreso la prima volta che ho messo le mani su UFC Undisputed 2010: più volte mi ero chiesto se si sarebbe potuto migliorare quanto visto nella passata edizione, visto che c'erano già tantissime mosse e transizioni che sfruttavano a pieno tutti i controlli disponibili sul pad. Invece quest'anno ci sono stati ancora passi da gigante con l'inserimento fondamentale delle schivate e del nuovo sistema di cambio di sottomissione, che ci permette di passare da una sottomissione all'altra in un attimo. L'introduzione poi di nuove contromosse e il miglioramento del ground and pound sono da lode.

Più carne al fuoco

- Nuove modalità e molti nuovi lottatori, ecco come è stata potenziata l'esperienza singleplayer; ora finalmente ci sono una serie di interessantissime novità che aumentano notevolmente la longevità del titolo. La modalità difesa resta secondo me una delle più divertenti, ma anche la possibilità di creare eventi e tornei, di lottare per la conquista di un titolo o di vivere per intero uno show giocando e visionando anche gli incontri della cpu, oppure ancora affrontando le varie sfide dell'ultimate fighting challenge, beh quest'anno di carne sul fuoco ce n'è davvero molta.

Camp online

- Finalmente quest'anno ci è stata data la possibilità di creare un camp online con gli amici, dove sfidarsi o semplicemente allenare il proprio lottatore superando insieme le varie sfide richieste per apprendere le varie mosse. Davvero una piacevole novità che va ad arricchire l'esperienza multigiocatore.

Una vera sfida

- UFC è un gioco di lotta simulativa, con tantissime mosse e transizioni che sono tutt'altro che immediate da apprendere: ci vuole quindi dedizione e pazienza per imparare a controllare perfettamente il proprio lottatore altrimenti si rischia di raccogliere solo un sacco di botte. State pur certi però che una volta che entrate in sintonia con il vostro lottatore riuscendo a controllarlo al meglio, vi toglierete parecchie soddisfazioni. Il mio consiglio è quello di ripassare più volte il tutorial del gioco e di godervi le modalità in singolo prima di buttarvi nella mischia online.

  • img
  • img
  • img


Odio

Online altalenante

- Il gioco online è sicuramente uno dei punti di forza di ogni gioco di lotta e UFC UNDISPUTED non fa eccezione. Il problema è che ho notato che trovare partite e soprattutto trovarne in cui la connessione con l'avversario sia più che buona non è facile, ma credo che sia più che altro dovuto al fatto che online si trovano quasi solo inglesi o americani e spesso le partite non possono che essere minate dal lag. Nel complesso però non ho mai trovato partite completamente ingiocabili, anche se onestamente sfruttare il nuovo sistema di schivate e contromosse in certe situazioni è davvero difficile soprattutto perchè alcune di queste richiedono un tempismo perfetto.

Un cattivo insegnante

- I tutorial di questo gioco sono a malapena sufficienti per imparare le mosse base, che poi verranno approfondite nella modalità carriera o specializzandosi in alcune tecniche di lotta, ma la cosa che mi ha spiazzato di più è l'iniziale difficoltà nel destreggiarsi nella carriera. Spesso certe cose si imparano solo dopo aver giocato alcune ore, e come nel mio caso spesso viene voglia di ricominciare tutto da capo cercando di sfruttare quanto imparato con i tentativi. Il consiglio è quello di cercare le guide che girano sulla rete e che spiegano i vari allenamenti e il loro funzionamento.

Tiriamo le somme

UFC Undisputed 2010 è un gioco di lotta davvero sbalorditivo, i passi avanti ci sono in praticamente tutti i comparti del gioco. Ora l'esperienza risulta decisamente più profonda, grazie all'arricchimento di alcune modalità e soprattutto per le novità di gameplay. C'è però da dire che è stata aumentata leggermente la difficoltà media di gioco e anche se questa può essere regolata scegliendo un grado di difficoltà minore, l'apprendimento delle mosse è quasi indispensabile. Si tratta di un gioco abbastanza complesso che richiede un certo grado di pazienza e può diventare frustrante soprattutto a coloro che non hanno avuto a che fare con la versione 2009. Se siete amanti della lotta simulativa e siete disposti a perdere un po' di tempo tra tutorial e training camp, il divertimento e le soddisfazioni sono garantite. 9.4

c Commenti


c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.