MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



Fearful Symmetry & The Cursed Prince

Recensione - Fearful Symmetry & The Cursed Prince

Dopo averci stupito con il loro platformer hardcore Unit 4, gli italiani Gamera Interactive ci propongono ora un puzzle game pensato davvero particolare dove controlliamo in maniera simmetrica due personaggi in due realtà parallele. Analizziamolo insieme.

Il Gioco

L'ottimo programma di titoli indipendenti di Microsoft, ID@Xbox, porta sulle nostre console un altro gioco di stampo italiano, peraltro in formato Play Anywhere permettendoci così di giocarlo anche su PC una volta acquistato. In Fearful Symmetry & The Cursed Prince il giocatore segue tre diversi protagonisti in un'avventura-puzzle bidimensionale con visuale dall'alto, mentre cercano di trovare l'uscita da enigmatiche stanze piene di trappole e meccanismi. Ma c'è una novità: sullo schermo troviamo, accanto al mondo principale, un mondo inverso dove un personaggio di un mondo delle ombre segue in maniera speculare i movimenti del giocatore; uno inizia ogni livello dalla parte alta del livello, mentre l'altro da quella bassa.

Spostare verso l'alto il protagonista significa quindi mandare verso il basso il suo alter ego, farlo girare verso destra sposterà il suo omologo a sinistra e così via. Entrambi i mondi, quello "reale" e quello "oscuro", sono pieni di trappole mortali che uccidono al contatto, stavolta però non piazzate in maniera speculare: questo significa che, ad ogni singolo movimento, dovremo tenere presente le insidie di entrambi i mondi per far sì che nessuno dei due personaggi incappi in una prematura, evento che resetta il livello facendoci ricominciare dall'inizio. Questi ostacoli possono essere di vari tipi: spine e trappole-freccia che sembrano uscire da un film di Indiana Jones, fantasmi, mostri e fiamme. U passo sbagliato e si deve ripartire dall'inizio del puzzle, anche se i livelli sono piccoli e gli enigmi corti, quindi non si perde tanto tempo in caso di errore. Non ci sono peraltro caricamenti o attese, si riparte istantaneamente cercando di fare di meglio.

MX Video - Fearful Symmetry & The Cursed Prince

I livelli del gioco diventano quindi degli appassionanti balletti doppi, dove si deve imparare a ragionare in maniera "sdoppiata" sui due mondi. Non ci sono limiti di tempo o di mosse, bisogna solo riuscire ad arrivare all'uscita senza morire schivando le numerose trappole (alcune delle quali anche a tempo, come dardi o fantasmi che scompaiono e ricompaiono a intervalli regolari) e talvolta attivando anche meccanismi per aprire porte. La struttura di gioco è semplice, praticamente ci si può muovere solo nelle 4 direzioni come su una sorta di scacchiera virtuale, ma i 30 e passa puzzle del gioco sanno essere piuttosto impegnativi.

Nel corso dell'avventura si vanno ad usare tre personaggi differenti, senza contare ovviamente le loro controparti del mondo ombroso. A parte il look, le differenze stanno nelle abilità: uno per esempio può teletrasportarsi per saltare un blocco, un altro può invece incendiare oggetti intorno a sé. Possiamo poi usare i diversi personaggi per rifare gli stessi enigmi, scoprendo così nuovi collezionabili e qualche segreto in giro per i livelli. E' anche possibile sbloccare qualche livello bonus, ma oltre a questo non ci sono difficoltà aggiuntive o modalità alternative. Non manca infine la completa localizzazione in italiano, ma questo era ovvio (anche se non sempre scontato) visto che si tratta di una produzione italiana.

Amore

Simmetria, portami via

- L'idea di base di Fearful Symmetry & The Cursed Prince forse non è troppo originale, tant'è che qualcosa di simile era presente nel primissimo Tomb Raider del 1996, ma il gameplay è davvero intrigante e ci porta a dover "ricalibrare" il cervello per uscire indenni - e con meno morti possibili - da ogni livello. Se amate gli enigmi, è sicuramente molto appassionante.

Un gioco per tutte le occasioni

- Con i suoi controlli semplici ed intuitivi, i livelli brevi seppur complessi e la quasi totale assenza di caricamenti o attese, Fearful Symmetry & The Cursed Prince sembra essere il gioco ideale per ogni situazione. E' ideale per mettersi alla prova, per rilassarsi dopo qualche gioco più impegnativo e coinvolgente, o anche per passare qualche minuto di attesa mentre si finisce un download o magari mentre si ascolta un podcast. Con un prezzo più che abbordabile, poi, è l'ideale anche per provare qualcosa di diverso senza dover spendere troppo.

Odio

Poca varietà

- I tre personaggi a disposizione hanno tutti un'abilità propria, ma a dire il vero in molti enigmi il loro utilizzo non cambia la soluzione dell'enigma rispetto a quanto si farebbe con un altro personaggio. E soprattutto, a parte l'utilizzo di queste mosse speciali, il gameplay non cambia mai, persino la forma dei livelli è sempre quella. E' divertente ma può rischiare di stancare presto, anche se i livelli non sono così tanti da risultare alla lunga noiosi.

Design minimale

- I ragazzi di Gamera Interactive spiegano chiaramente che Fearful Symmetry & The Cursed Prince è pensato come un "minigioco", un titolo senza troppe pretese fatto sicuramente con un budget e un tempo di sviluppo limitato. Un design un po' più curato, però, non avrebbe sicuramente guastato: i menu sembrano uscire da un gioco in Flash, la varietà dei disegni e delle animazioni è abbastanza misera e lo stesso vale per le musiche, anch'esse molto ripetitive. Diversi protagonisti a parte, praticamente ogni elemento del gioco lo si vede nei primi minuti, dopodiché vengono ripetuti. In confronto, Unit 4 presentava un'eccellenza e varietà artistica di tutt'altro livello, pur mantenendo un look pixeloso.

Tiriamo le somme

Fearful Symmetry & The Cursed Prince è un puzzle game particolare e simpatico, dove dobbiamo costringerci a ragionare in maniera atipica per guidare i due personaggi che si muovono in maniera speculare ma in mondi ricchi di insidie diverse. I contenuti non sono tantissimi e la varietà lascia il tempo che trova, ma per chi è alla ricerca di un gioco per brevi sessioni tra giochi più "seri", può sicuramente trovarci qualche ora di sano ed impegnativo divertimento.
7.5

c Commenti


L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
caricamento Caricamento commenti...