MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox




Pure Chess: Grandmaster Edition

Recensione - Pure Chess: Grandmaster Edition

Considerando che si tratta di uno dei giochi più popolari e amati in tutto il mondo, è strano che non ci fosse ancora un titolo scacchistico per Xbox One. A riempire questo vuoto ci hanno pensato però i ragazzi di VooFoo Studios con Pure Chess: Grandmaster Edition: vediamo di cosa si tratta.

Il Gioco

Pure Chess: Grandmaster Edition è una simulazione scacchistica, e non sarò certo io a spiegarvi le innumerevoli regole e misteri di questo gioco/sport, dato che nemmeno i più grandi scacchisti del mondo li conoscono tutti. E' il gioco di strategia più amato di sempre, con tattiche infinite nonostante si giochi su una "misera" griglia 8x8 e con pedine di soli 6 tipi diversi. Pure Chess: Grandmaster Edition propone per la prima volta su Xbox One questo meraviglioso sport che combina gioco da tavolo e guerra, e lo fa con una grafica davvero impressionante, potendo concentrare tutta la potenza della console sulla sola scacchiera. il gioco ci propone scacchiere tirate a lucido e pedine curatissime, con forme lavoratissime, riflessi impeccabili e ombre fotorealistiche. Come dovrebbe essere un gioco di scacchi di nuova generazione, insomma.

Negli scacchi, e soprattutto nelle simulazioni di questo tipo, la grafica è solo un elemento di contorno, quindi pensiamo alle cose concrete: come si controlla il tutto? Troviamo una visuale leggermente rialzata rispetto alla classica prima persona che avremmo sedendoci davanti a una scacchiera, che però ci permette di guardare tutta la griglia senza che le pedine si coprano a vicenda. Quando è il nostro turno possiamo selezionare la pedina che vogliamo muovere, con il gioco che ci indica in quali caselle possiamo spostarla (a meno che non decidiamo di disattivare questa funzione). Nulla di complicato, tutto molto intuitivo, e per osservare meglio l'azione è anche possibile modificare l'angolazione delle telecamera per brevi momenti. Inoltre, se avete abilitato l'opzione relativa, è anche possibile annullare le ultime mosse per rimediare ai propri errori: naturalmente questo è possibile solo se giocate contro la CPU.


MX Video - Pure Chess: Grandmaster Edition

Ed a tal proposito, in quanti modi è possibile giocare a Pure Chess: Grandmaster Edition? Le opzioni sono davvero numerose. Per i novizi, la cosa migliore è partire dal lunghissimo tutorial che, attraverso dozzine di lezioni, ci spiega di tutto e di più: da come usare i comandi di gioco, passando per le regole di movimento delle varie pedine, arrivando alle strategie più avanzate. Per esercitarsi c'è anche una modalità dove dobbiamo creare delle situazioni di scacco matto (di vittoria, insomma) in un numero precisato di mosse partendo da configurazioni specifiche. Pensatela come una modalità puzzle insomma, un ottimo modo per imparare strategie avanzate e poter risolvere situazioni spinose dove conviene chiudere l'avversario il prima possibile.

Ovviamente si può anche giocare a scacchi normalmente, e anche qui le opzioni sono numerose. E' possibile affrontare partite singole contro la CPU cambiando praticamente ogni impostazione di look, di regole (chi inizia, se è possibile tornare indietro alle mosse precedenti, ecc.), e anche ovviamente scegliere tra numerose difficoltà disponibili. E' anche possibile affrontare interi tornei, dove battere numerosi avversari di difficoltà crescente dell'IA, e dove anche una sola sconfitta ci rimanda a dover ricominciare da capo. Se l'IA non vi soddisfa potete ovviamente sfidare anche i vostri amici, e anche qui fortunatamente c'è l'imbarazzo della scelta. Potete infatti sfidare i vostri amici in locale alternandovi le mosse, ma anche giocare online in modalità asincrona.

Come funziona questa modalità? E' praticamente come le buone vecchie partite a scacchi via lettera: voi fate la vostra mossa, e aspettate la risposta del vostro avversario che magari arriverà tra qualche ora o anche qualche giorno. Questo vi permette di evitare di dover stare delle ore col controller in mano, potendo anche fare altro. Ed in questo modo è possibile avviare ben 8 partite in contemporanea, così vi basterà loggarvi ogni tanto, vedere le mosse dei nemici, fare le vostre e poi tornare alle vostre cose ricontrollando più avanti. Idea semplice, classica, ma assolutamente pratica e geniale. Giocando contro l'IA sempre più forte e affrontando avversari umani con ranking di ogni genere, potete a vostra volta migliorare il vostro di ranking, riuscendo così a trovare avversari più simili al vostro livello. Non manca praticamente nulla insomma, nemmeno la localizzazione italiana, che fortunatamente risulta curata e precisa, offrendo ottime spiegazioni.

Amore

Finalmente, gli scacchi!

- Indubbiamente, Pure Chess: Grandmaster Edition vince a mani basse contro la concorrenza per un motivo semplicissimo: mentre scriviamo queste righe non ci sono altri giochi scacchistici su Xbox One, nemmeno tramite retrocompatibilità. Per chi cerca un gioco di scacchi sulla console di Microsoft quindi è una scelta obbligata, ma il titolo di VooFoo Studios è comunque pensato con le console in mente, proponendoci comandi comodi e tante opzioni.

Grafica curata

- Renderizzare una scacchiera non richiede certo una potenza hardware stratosferica, è forse anche per questo che il livello di dettaglio è davvero notevole. Ogni singolo elemento è curatissimo, con tanto di ombre e riflessi di luce spettacolari. Selezionando le pedine di metallo, as esempio, i riflessi sono praticamente fotorealistici, e il tutto rende ancora di più grazie alla rotazione della telecamera. Sarà anche un gioco dove conta solo ed esclusivamente la tattica, ma anche l'occhio vuole la sua parte e Pure Chess: Grandmaster Edition colpisce in pieno in questo aspetto.

Dai novellini agli esperti

- Che siate degli aspiranti Kasparov o che non abbiate mai visto una scacchiera, Pure Chess: Grandmaster Edition ha qualcosa per voi. Non parlo solo di numerose difficoltà e aiuti a schermo, ma anche di una serie impressionante di tutorial che spiegano tutto: i comandi, le mosse permesse per ciascuna pedina, le regole avanzate nonché diversi consigli tattici da tenere a mente prima di affrontare avversari di tutto il mondo. C'è anche un sistema di ranking per trovare avversari simili al proprio livello qualora si decida di sfidare persone online, quindi anche qui la sfida è adatta per tutti.

Odio

IA inconsistente

- L'IA risulta purtroppo piuttosto inconsistente, perché sulle difficoltà più basse alterna momenti di idiozia pura a tattiche sorprendentemente geniali. La situazione non è molto migliore alle difficoltà più alte, dove la CPU costruisce tattiche avanzate calcolando il da farsi con molte mosse di anticipo, ma allo stesso tempo commette alcuni errori abbastanza inspiegabili. Più volte per esempio mi è capitato di mangiare la regina dell'IA perché ha pensato che far fuori il mio cavallo o alfiere fosse più urgente, per non parlare di alcune situazioni dove ha attaccato con una tale foga che non ha minimamente considerato che gli stavo chiudendo il re in una trappola prevedibilissima. Si sa, la simulazione scacchistica è uno dei problemi più difficili da risolvere nel campo dell'intelligenza artificiale, quindi il gioco è parzialmente scusato, ma ciò non toglie che questo rende il gioco contro l'IA un po' inconsistente e incoerente.

Telecamera ingannevole

- La telecamera predefinita di Pure Chess: Grandmaster Edition è piuttosto pratica perché ha un'angolazione tale da mostrare bene tutta la griglia, ma la forma di alcune pedine (il cavallo, soprattutto) è abbastanza difficile da distinguere da questa angolazione, rendendo facili gli errori di valutazione dove scambiamo per sbaglio una pedina con un'altra. Con la levetta destra è possibile ruotare leggermente la visuale, ma appena si smette di tenerla premuta torna dov'era, costringendoci a fare questa manovra un po' troppe volte.

Tiriamo le somme

Pure Chess: Grandmaster Edition parte senza dubbio da una posizione vantaggiosa non avendo praticamente concorrenza, e dalla sua ha una grafica molto curata, una serie di tutorial che spiegano per filo e per segno basi e strategie del gioco e la possibilità di giocare online anche in modalità asincrona, senza dover quindi perdere ore ed ore di fila a giocare. Soffre però di una telecamera di base che rende facile confondere i pezzi e di un'IA non sempre efficace. Non avrà la profondità della mitica saga Chessmaster, ma se siete alla ricerca di un'esperienza scacchistica abbastanza completa per le vostre console, Pure Chess: Grandmaster Edition è senza dubbio consigliato.
7.4

c Commenti (2)


L'autore

autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, il mondo di Halo lo avvicina alle console Microsoft. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...