MondoXbox

Live your
passion!

Worms Collection

Recensione - Worms Collection

Correva l'anno 1995 quando l'allora semi-sconosciuta software house inglese Team17 pubblicava un gioco violento, spassoso e insano nella sua “dolcezza”: Worms. Alzi la mano chi non ha mai giocato o solo sentito nominare uno dei capitoli dei vermetti più famosi dell'intero panorama videoludico! Oggi vi presentiamo Worms Collection, una raccolta dei tre Worms usciti su Live Arcade in questi ultimi anni, e non solo.

Il Gioco

Gli appassionati di Worms avranno già drizzato le orecchie: arriva su Xbox 360 sotto forma di gioco scatolato Worms Collection, che racchiude i tre Live Arcade usciti fino a oggi su Xbox Live: Worms, Worms 2 Armageddon e Worms Ultimate Mayhem, il quale è a sua volta una sorta di riedizione di Worms 3D e Worms 4 fusi insieme. Tutti e tre i titoli hanno più o meno le stesse meccaniche di gioco: il giocatore guida una squadra di vermetti guerrafondai e armati fino ai denti, con l'obiettivo di eliminare ogni altro nemico presente sulla mappa attraverso l'impiego di tutta una serie di armi e attrezzi dei tipi più disparati. Questo armamentario è di base uguale in tutti e tre i giochi di Worms Collection e viene man mano arricchito e diversificato a seconda del gioco a cui stiamo giocando. A ingigantire ulteriormente il “parco armi”, in questo pacchetto, è compresa anche l'intera raccolta dei DLC che sono stati pubblicati per Worms 2: Armageddon, che vanno ad ampliarne l'esperienza e la quantità di opzioni disponibili.

Col passare del tempo, Team17 ha dato sempre più spazio alla personalizzazione di ogni aspetto di Worms, e Worms Collection ci dà una chiara rappresentazione di ciò. Se in Worms non era presente nessun tipo di personalizzazione, in Worms 2: Armageddon è possibile impostare a proprio piacere l'aspetto dei vermi la voce e addirittura arrivare a creare propri scenari personalizzati. L'apice viene toccato in Worms Ultimate Mayhem, dove è possibile addirittura creare l'arma definitiva dei nostri sogni.

Le modalità affrontabili nei vari giochi, oltre all classico Team Deathmatch squadra contro squadra, sono svariate. Abbiamo per esempio la modalità fortini, che costituisce una variante del classico deathmatch, data dal fatto che le due squadre sono piazzate invece che su un'isola, in due fortini ai lati di un fiume. Un'altra modalità che differisce totalmente dallo spirito del gioco è quella chiamata “corsa con la fune”, il cui scopo è andare dal punto A al punto B prima degli avversari. Una menzione a parte invece per Worms Ultimate Mayhem, il cui gameplay, pur rimanendo impuntato sulle basi degli altri giochi, vira leggermente verso il Third Person Shooter. Intendiamoci, niente a che vedere con Gears of War, però alcune cose potevano essere rivedute. Ma ve ne parlerò meglio di seguito.

L'intelligenza artificiale, o meglio LE intelligenze artificiali, sono realistiche e coerenti con il tipo di IA che caratterizza la squadra. Non assisteremo praticamente mai a colpi di scena costruiti ad-hoc dalla CPU per riequilibrare il combattimento e riaccendere la sfida. La squadra stupida rimarrà stupida dal primo all'ultimo minuto della sfida, e così via. Naturalmente il livello di difficoltà e di sfida è ben bilanciato, con i primi livelli molto semplici e adatti ad approcciare per la prima volta ognuno dei tre giochi. La difficoltà poi man mano sale, e con essa le insidie che ci vengono proposte.
Non può assolutamente mancare un comparto multiplayer ben fornito e molto frequentato. A far da padrone abbiamo una co-op in locale fino a quattro giocatori, perfettamente integrabile in quanto il gioco si svolge a turni.

Amore

Varietà e umorismo a buon mercato

- Il fatto che la raccolta dia la possibilità di godere di tutti i DLC di Worms 2: Armageddon è uno dei punti di forza maggiori di Worms Collection. Infatti la varietà di missioni, ambientazioni, modalità di gioco e armi è ai massimi livelli, garantendo un sacco di soluzioni sempre differenti. Inoltre è presente un potente editor che permette al vero maniaco di crearsi da solo i mondi in cui ambientare le guerre più sanguinose.

Multiplayer

- Il fatto che si possa tranquillamente giocare in 4 sulla stessa console, e quindi vedere la faccia che fa il vostro avversario quando viene ucciso da una Bomba Sacra è impagabile. Se il gioco fosse integralmente multiplayer, probabilmente ve ne consiglierei comunque l'acquisto.

Armi per tutto e per tutti

- Una delle caratteristiche più buffe e divertenti della saga di Worms sono i modi in cui è possibile uccidere un verme. In Worms Collection sono presenti una quantità veramente apocalittica di armi, mosse, oggetti, trucchetti e chi più ne ha più ne metta. Come se non bastasse, se ci siamo stufati delle armi che hanno creato per noi i Team17, possiamo crearci le nostre secondo le nostre più perverse esigenze.

Odio

Installazione, questa sconosciuta

- Il gioco è uno dei più rumorosi sul lettore che abbia provato, inoltre ha il fastidiosissimo difetto che l'installazione non serve a nulla. Sia che lo installiate, sia che decidiate di tenere il gioco su disco, la vostra Xbox 360 continuerà ugualmente ad accedere al disco come se niente fosse. Con buona pace della vostra tranquillità.

Worms Ultimate Mayhem

- Personalmente trovo il capitolo in 3D decisamente stonato rispetto a ciò che rappresenta e ha sempre rappresentato la serie Worms. Purtroppo, nel tentar di rinfrescare alcune serie dal gameplay ormai noto, si tende a ridisegnare il gioco con grafica 3D. Io sono del parere che per alcuni tipi di giochi, il buon vecchio 2D sia l'unica via. Senza contare che questa visuale particolare intralcia il giocatore che si trova alle prese con dei difetti di precisione notevoli in alcune occasioni.

Alla lunga ripetitivo

- Nonostante le varie possibilità di personalizzazione, le tante modalità tutte diverse e un alto tasso di assuefazione, alla fine i giochi si riducono ad essere sempre la stessa solfa, presentata in diverse salse. Fortunatamente la noia subentra solo dopo parecchie ore di gioco!

Tiriamo le somme

Worms Collection è una bibbia dell'appassionato dei vermetti guerriglieri. Se escludiamo in parte il flop del capitolo Ultimate Mayhem, siamo di fronte a tante e tante ore di gameplay, ma soprattutto di divertimento. In single player e con gli amici. Consigliato soprattutto a chi si è perso i singoli capitoli su Xbox Live Arcade. HALLELUYAH! *BOOOM*

Nota: gioco provato in versione UK. Al momento della redazione dell'articono non ne è stata annunciata l'uscita sul mercato italiano. 7.5

c Commenti (8)


L'autore

Quando gli hanno chiesto di comporre una Bio, ha pensato subito alla natura e all’ambiente. Una volta rinsavito, ci ha raccontato di essere un appassionato di Basket e Calcio, videogiocatore accanito, predilige RPG, FPS e TPS. In generale però non si tira indietro di fronte a nulla. A tempo perso è anche speaker in una Web Radio.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
Caricamento commenti...