MondoXbox

Live your
passion!

Kinect Joy Ride

Recensione - Kinect Joy Ride

Una delle promesse di Kinect è quella di permetterci di controllare i titoli automobilistici stringendo tra le mani un volante immaginario. Il primo gioco a mantenere tale promessa è Kinect Joy Ride, che ci mette a bordo di coloratissime vetture in fantasiose ambientazioni tra corse, derapate ed acrobazie: scopriamone insieme le caratteristiche.

Il Gioco

Kinect Joy Ride mette i nostri Avatar nei panni di spericolati piloti automobilistici in un tipo di corse super-arcade, dove salti, scontri, acrobazie e power-up la fanno da padroni; si tratta di un gioco dedicato a tutta la famiglia, con un design cartoonoso ed un gameplay estremamente permissivo, che consente anche ai meno esperti di arrivare in fondo ad ogni gara. Dal menu principale è possibile accedere a diversi tipi di competizione, tutte giocabili da soli o insieme ad un amico che ci affianchi davanti al Kinect: Gara Pro e Gara Battaglia sono classiche gare su tracciato che si differenziano per la presenza nella seconda di power-up sparsi per la pista, i quali ci permettono di sparare missili contro altre macchine, seminare mine, alzare uno scudo attorno alla nostra vettura e così via. Troviamo poi la modalità Sprint, dove dobbiamo percorrere una porzione di tracciato nel minor tempo possibile cercando di non commettere errori ed evitando gli ostacoli disseminati sullapista; a questa si affiancano Distruzione, che ci pone in un'arena piena di personaggi di legno da abbattere con l'obbligo di distruggere alcuni "boss" giganteschi, e Acrobazia, che ci vede saltare su una rampa ad U accumulando punti con le nostre acrobazie e raccogliendo oggetti che fluttuano in aria. Ultima modalità, la più diversa dalle altre, è Figura, nella quale non guidiamo la macchina ma veniamo posti sulle ali di un'auto volante: sullo schermo appaiono delle posizioni che dobbiamo replicare con il nostro corpo senza fare errori, pena la fine prematura del gioco. Oltre a queste modalità, è presente anche il supporto ad Xbox Live per battaglie ad otto giocatori.

  • img
  • img
  • img


Man mano che svolgiamo le diverse gare, il gioco ci assegna un certo numero di "fan" in base ai risultati ottenuti in ognuna: questi si accumulano di volta in volta permettendoci di sbloccare nuove auto (esteticamente molto diverse tra loro, ma tutte aventi identiche prestazioni) e tracciati. Il controllo delle auto avviene molto semplicemente tenendo le mani davanti a noi fingendo di impugnare un volante e girando a destra e sinistra per sterzare oppure inclinando di lato il busto per derapare, mentre l'acceleratore è gestito automaticamente dal gioco: è possibile inoltre utilizzare il turbo per brevi sprint, tirando a noi le mani e spingendole velocemente in avanti, così come nelle fasi di salto possiamo far compiere diverse evoluzioni alla nostra vettura muovendo il busto in avanti, dietro, destra e sinistra o facendo diversi movimenti con le braccia. Come accennato, il gameplay è stato studiato per tutti i tipi di giocatore: questo significa che anche i giocatori più negati nella guida riusciranno sempre a restare in pista visto che anche uscendo fuoristrada l'auto rimbalza sul guard-rail o sul bordo pista riposizionandosi nella giusta traiettoria.

Amore

Stile grafico

- Kinect Joy Ride presenta uno stile coloratissimo ed ispirato soprattutto per quel che riguarda piste ed ambientazioni, che sembrano uscite direttamente da un cartone animato. I tracciati ci vedono entrare nelle fauci di dragoni giapponesi, castelli o tunnel nelle montagne, spiccare balzi enormi sul mare per atterrare su minuscoli atolli e così via, distruggendo tutti gli oggetti che si frappongono tra noi ed il traguardo. Anche le auto, riprodotte in stile "deformed", hanno un design gradevole; bella poi la possibilità di colorarle ponendo un oggetto davanti al Kinect il cui colore verrà impresso sulla loro carrozzeria.

Party gaming

- Il bello di Kinect Joy Ride sta sicuramente nel gioco in compagnia: se avete ospiti a casa si divertiranno tutti alternandosi in esilaranti sfide testa a testa per scoprire chi è il miglior Kinect racer. Oltre alle gare, anche le modalità Distruzione e Acrobazie sono ottime per il gioco in compagnia, mentre risultano piuttosto monotone se giocate da soli.

  • img
  • img
  • img


Odio

Gameplay monotono

- Il più grande limite di Kinect Joy Ride sta nel suo stesso concept di gameplay: eccezion fatta per la modalità Figura, che comunque rappresenta una parte minima dell'esperienza complessiva, durante tutto il gioco non farete altro che tenere le braccia davanti a voi ruotandole leggermente a destra e sinistra, e muovendo occasionalmente il corpo per compiere le acrobazie durante i salti. Questo diventa presto stancante e, anche nel caso di ritrovi tra amici, si sente presto l'esigenza di alternare con altri titoli. Kinect Joy Ride ha quasi il feeling di uno dei giochi presenti in Kinect Adventures: è come se avessero fatto di Torrente Travolgente un gioco a sè, separato dagli altri. Come titolo stand-alone non offre sufficiente varietà per mantenere vivo l'interesse dei giocatori e, soprattutto, alleviare la fatica di avere le braccia sempre distese davanti a sè.

Tiriamo le somme

Kinect Joy Ride può risultare divertente per brevi sessioni di gioco tra amici ma finisce per stancare velocemente, finendo per essere sostituito nel lettore da giochi Kinect che offrono una maggior varietà di gioco. Si tratta sicuramente del titolo più debole tra quelli pubblicati direttamente da Microsoft al lancio del sensore di movimento, ed è un peccato perchè propone un design artistico molto accattivante, che avrebbe meritato di essere maggiormente valorizzato. 6.0

c Commenti (5)


L'autore

autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, nel 2002 è cofondatore di MX. Il sito parte per gioco ma diventa una parte sempre più importante della sua vita insieme a lavoro, famiglia e troppi altri interessi: questo lo costringe a rimandare continuamente i suoi piani di dominio sul mondo.

c

Commenti

i Le recensioni di MX esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...