MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox

MondoXbox



img Crackdown 3
copertina

Sumo Digital: Crackdown 3 è praticamente finito, il tempo in più è di rifinitura

Uno dei titoli più attesi di questo E3 era Crackdown 3, del quale però oltre ad un nuovo trailer non s'è visto altro e che Microsoft ha posticipato a febbraio 2019. Questo ha fatto temere molti per importanti problemi nella produzione del gioco, ma lo studio responsabile per lo sviluppo, i britannici Sumo Games, spiegano che non è così.

Il direttore dello studio, Paul Porter, ha infatti spiegato in un'intervista con il sito GamesIndustry.biz che il titolo è praticamente ultimato e che il tempo aggiuntivo concesso da Microsoft al team serve per rifinire e migliorare il titolo in tutti i suoi aspetti, così da produrre un gioco all'altezza delle aspettative dei fan.

Sullo sviluppo di Crackdown 3 c'è sempre stata una certa confusione: all'inizio sembrava che lo studio responsabile per il gioco fosse Reagent Games, che ora non è più al lavoro sul titolo, ma il capo di Reagent stesso, David Jones, ha spiegato che ruolo del suo studio era solo quello di indirizzare Sumo Digital nello sviluppo del titolo: Sumo è in realtà lo studio a capo dello sviluppo, che sta facendo tutto il lavoro nella campagna del gioco avvalendosi del supporto di Cloudgine e Ruffian Games per la componente multiplayer (quella che userà la famosa distruttività cloud-based).

E sembra che in Sumo siano molto seri nello sviluppo del gioco, determinati a non ripetere gli errori di Crackdown 2. Porter stesso ci spiega: "La mia esperienza con Crackdown è probabilmente simile a quella di molti altri. Ho giocato il primo titolo allo sfinimento, raccogliendo tutte le orb. Dopo aver giocato Crackdown 2 per un paio d'ore, però, volevo lanciare il controller alla TV, ero piuttosto triste. Questa non è assolutamente la strada che è stata presa con Crackdown 3."

Porter spiega che il team e Microsoft vogliono assicurarsi che il nuovo titolo sia all'altezza del primo, ed il tempo aggiuntivo dato dallo slittamento serve proprio a questo: "(il posticipo) è stato una grande notizia, perché ci dà il tempo di rifinire un gioco che è praticamente finito, rendendolo ancora ed ancora migliore. Il modo per creare i giochi migliori è quello di finirli, poi finirli ancora e poi finirli ancora di nuovo. Questo è ciò che stiamo facendo con Crackdown 3."

Insomma, sembra che il team sia estremamente ottimista nei risultati raggiungibili dal titolo. E' ovviamente impossibile non essere un minimo scettici al proposito visto lo sviluppo travagliato del titolo, i molti posticipi e le dimostrazioni finora non convincenti, ma se alla fine otterremo davvero un gioco all'altezza delle aspettative, questo è tutto quello che conta ed il lungo sviluppo verrà velocemente dimenticato com'è accaduto con tutti i titoli che hanno seguito percorsi burrascosi ma poi sono usciti in ottima forma. Ci auguriamo che questo sia davvero quello che, alla fine, scopriremo di Crackdown 3!

MX Video - Crackdown 3
headerimage

Altro su MondoXbox e sul web

Amazon Offerte in evidenza

TUTTE LE OFFERTE

L'autore

autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, nel 2002 è cofondatore di MX. Il sito parte per gioco ma diventa una parte sempre più importante della sua vita insieme a lavoro, famiglia e troppi altri interessi: questo lo costringe a rimandare continuamente i suoi piani di dominio sul mondo.

c

Commenti

caricamento Caricamento commenti...
logo