MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox




Call of Duty: WWII
copertina

In Call of Duty: WWII non ci sarà la rigenerazione automatica della salute

In occasione di un'intervista concessa ai microfoni del sito americano Polygon, il co-fondatore di Sledgehammer Games, Glen Schofield, ha rilasciato un'interessante notizia a proposito del nuovo FPS storico Call of Duty: WWII. Schofield ha infatti rivelato che nella campagna di questo nuovo capitolo non ci sarà la rigenerazione automatica della salute.

Più precisamente, il co-fondatore ha dichiarato:

"Dovrete preoccuparvi di ogni singola pallottola. Non sarete dei supereroi di conseguenza non potrete beccarvi sette proiettili, accucciarvi dietro una copertura e guarire automaticamente. Non sarete dei soldati d'élite ma delle semplici reclute, vulnerabili ed ingenue. Per noi è stata una sfida davvero interessante creare questo tipo di gameplay."

Nonostante questo, dalle parole di Michael Condrey, fondatore di Sledgehammer Games, pare comunque che il nostro soldato potrà curarsi in quanto ogni squadrone sarà composto da soldati aventi differenti abilità, tra cui quelle mediche/curative.

Infine il team di sviluppo ha confermato la possibilità di condividere le munizioni con gli altri soldati, così da evitare che ci si ritrovi in situazioni di pericolo con le armi scariche. Tutto questo relativamente alla campagna, mentre per il multiplayer non sappiamo ancora come saranno gestiti questi aspetti.

Continuate a seguirci per tutti i dettagli che interesseranno il nuovo capitolo della saga di Call of Duty!

MX Video - Call of Duty: WWII

Amazon Offerte in evidenza

TUTTE LE OFFERTE

L'autore

autore

Appassionato di videogiochi fin dai tempi della PS2, i suoi titoli preferiti sono i capolavori di Rockstar GTA e RDR, insieme alla serie di Batman per via del Joker, il suo personaggio dei fumetti preferito.

c

Commenti

x Invio commenti disattivato per le notizie più vecchie di un mese.
caricamento Caricamento commenti...