MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox




img Forza Motorsport 7
copertina

Forza Motorsport 7 - provato alla Gamescom

Dopo tanti video ed analisi più o meno obiettive delle immagini mostrate finora da Microsoft per Forza Motorsport 7, la Gamescom di Colonia ci ha finalmente dato l’opportunità di toccare con mano e verificare le qualità del prossimo gioco di Turn 10, il tutto su Xbox One X. Continuate a leggere!
Microsoft ci ha permesso di provare a Colonia il nuovo ed attesissimo Forza Motorsport 7 in una demo limitata, che non permetteva l'accesso a tutte le funzionalità e presentava tre soli scenari, ognuno con una diversa auto prefissata. Questo ci è comunque servito per avere un primo approccio al gioco e verificarne gli elementi principali, così da saggiarne i punti di forza o le debolezze più apparenti, in attesa di una prova maggiormente approfondita.

Essendo il gioco disponibile su Xbox One X, la prima cosa a cui ho prestato la massima attenzione è stato ovviamente l’aspetto grafico, così da essere in grado di rispondere alla domanda che in questo momento avete sicuramente in mente: i 4K rappresentano realmente quel salto in avanti che ci aspettiamo dalla nuova generazione di videogiochi? Bene, almeno nel caso di Forza Motorsport 7 la risposta è un deciso sì. Come nel passaggio dal PAL all’HD, il miglioramento va cercato nei particolari, in quelle piccole cose che una maggior densità di pixel rende definite, curate e verosimili, e la potenza della console contribuisce al visualizzare la scena senza tentennamenti, con fluidità, senza affaticamento o degradamento dei particolari visibili.

Le ambientazioni di gameplay sono talmente curate che forse qualche dissonanza la evidenziano con il menu (realizzato ad hoc per la demo), in cui i piloti e le auto non appaiono verosimili come durante il gioco. Come anticipato, qui la scelta era ristretta tra tre vetture, associate ad altrettanti circuiti e a condizioni d’illuminazione e metereologiche diverse, compresa una corsa sul circuito da Gran Premio del Nurburgring con un'alternanza di pioggia e sereno che ha reso possibile l’esperienza diretta di quanto visto nei video di presentazione del gioco. Ma andiamo con ordine.

La prima prova è stata completamente sull’asciutto del circuito di Dubai, alla guida di una Porsche 911 GT2 RS. Il tracciato, completamente di fantasia, è composto da strade che serpeggiano tra rocce desertiche e dune sabbiose con, in lontananza, l’inconfondibile sagoma della città. Il tutto sfrecciando senza alcun tentennamento tra rocce che, finalmente, presentano forme e materiali che ricordano più da vicino quelle reali; ma l’effetto più spettacolare e che meglio ci introduce a cosa possiamo aspettarci dal gioco in 4K è stato l'arrivo, verso metà gara, di forti folate di vento che alzavano la sabbia sulla pista, abbassando lievemente la visibilità e coprendo come un velo sull’asfalto nero della pista, con un cura e verosimiglianza che rendevano quest'effetto quasi una distrazione per me che guidavo a 200Km/ora sulla pista dell’emirato.

MX Video - Forza Motorsport 7

Gli effetti di luce ed ombra sono sicuramente magistrali, anche se Turn 10 ci ha abituato bene con i suoi giochi sull’attuale generazione di console della casa di Redmond. Tutto scorre fluidamente e questo aggiunge realismo alla perfezione dell’immagine a 4K con HDR. Guardando con attenzione i passaggi all’interno di sezioni del tracciato sono presenti i favolosi edifici di Dubai, mentre i riflessi e gli alberi si aggiungono alla bellezza di uno scenario che scorre fluidissimo e perfetto, senza alcuna imperfezione grafica. Ovviamente questi effetti grafici saranno presenti anche sulla versione per Xbox One standard del gioco, ma quello che aggiungerà la nuova console sarà un maggior livello di dettaglio e di pulizia dell'immagine che renderà il tutto ancor più spettacolare. L’handling della macchina è preciso e, come al solito, segue con gradualità la presenza degli aiuti, rendendo il gioco adatto a tutti i livelli di guida come da tradizione della serie Forza Motorsport.

Per la seconda prova sono salito sulla Radical RXC Turbo nel circuito di Sonoma, con delle condizioni di illuminazione molto particolari date dal sole basso e dalla presenza di numerose nuvole in rapido movimento nel cielo. La guida su un circuito conosciuto mi ha permesso di apprezzare l’alternarsi di zone d’ombra generate dalla luce che passava attraverso le nuvole con un’angolazione così particolare che, colpendo alcune rocce, generava riflessi unici. L’assenza di altre macchine, dovuta alla modalità di gioco settata per questa parte di demo, non permetteva la valutazione degli effetti in presenza di ulteriori veicoli che si troverebbero in condizioni di luce diverse lungo il circuito. Nonostante questo la visuale è sempre improntata al massimo realismo senza dar vita a tentennamenti o imprecisioni nel rendering.

L’ultima porzione di questa demo per la Gamescom si è svolta infine sul famoso circuito del Nurburgring, con condizioni meteo e di luce che portavano la spettacolarità della visuale a livelli finora visti solo nei filmati di presentazione della Xbox One X. Si partiva col cielo grigio che prometteva pioggia, con una luminosità che calava progressivamente e prometteva temporale. Dopo qualche curva sono arrivate le prime gocce, insieme ad un ulteriore calo della luminosità; a quel punto non c'è voluto molto prima dei tuoni ed un intensificarsi del temporale. La pista ha iniziato a bagnarsi divendando prima semplicemente più scura, per poi presentare delle pozze negli avvallamenti del manto stradale ed infine allagandosi completamente. L’occhio si perde all’interno delle pozze cercando riflessi e ombre dalle quali viene rapito fino al punto da dare per scontato il bellissimo effetto particellare dell’acqua sul parabrezza che, sembra impossibile, è addirittura migliore di quello che abbiamo ammirato nella precedente edizioni del titolo.

Ovviamente la guidabilità cambia sul bagnato e le pozze, pur bellissime a livello estetico, rappresentano un grosso problema per l’aderenza della potentissima Nissan che rischia di andare per campi ad ogni pozza che si è costretti a prendere. Ma piano piano il grigiore si attenua così come la pioggia, la pista inizia ad asciugarsi, le pozze si diradano come le nuvole che lasciano passare il sole che colora di azzurro il cielo visibile. Il vero spettacolo lo danno i riflessi sulla pista, quella lucentezza dei veicoli dovuto alla pioggia sulle carrozzerie, le luci delle auto lievemente sfocate dall’acqua, il tutto mentre si sfreccia senza alcun tentennamento a 60 fps. Improvvisamente finisce il giro, tanto sono distratto dalla bellezza dello scenario, dal suo realismo che rapisce, che non mi sono accorto di aver terminato la gara.

La demo si chiude qui e, come sempre alla Gamescom, un solerte ma cortese rappresentante di Microsoft mi invita a lasciare la postazione al successivo giornalista. Anche se si tratta solo di una demo limitata, le impressioni sono per ora molto positive: a Turn 10 basterà confermare quanto di buono visto in questa sede per rilasciare un titolo che da solo è la migliore dimostrazione della potenza dei giochi a 4K su console Xbox One X, unito all'ormai impeccabile gameplay della serie. Non è un caso che sia stato premiato come il miglior titolo automobilistico nel corso della manifestazione di Colonia.

c Commenti (11)

copertina

L'autore

autore

Nato nel 72, cresciuto ad insalate di matematica e libri di cibernetica non poteva che sviluppare una naturale inclinazione verso tutto quello che è tecnologia. Ha iniziato a giocare a Radar Rat Race sul Vic-20, a International Soccer su C64 e da quel momento in poi non ha mai tradito la sua passione, passando per quasi tutte le piattaforme di gioco e finendo ancor oggi per consumare tutto il suo tempo libero tra hobby e lavoro. Sperando che prima o poi coincidano perfettamente: ci siamo quasi.

c

Commenti

caricamento Caricamento commenti...