MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox




img Forza Horizon 3
copertina

Forza Horizon 3 - provato alla Gamescom

Durante la recente Gamescom di Colonia abbiamo potuto mettere le mani su una succosa demo di Forza Horizon 3, il nuovo capitolo della serie automobilistica sviluppata da Playground Games in uscita alla fine di Settembre. Eccovi le nostre impressioni!
Dopo aver dimostrato che era possibile creare un gioco di guida “diverso” senza dover ripudiare realismo e guidabilità con il primo episodio e dopo aver letteralmente “abbattuto” le barriere dei classici giochi racing proponendo un’ambientazione aperta nel secondo capitolo, la serie di Forza Horizon sembra pronta per sferrare il colpo decisivo e riunire in un unico titolo tutte queste caratteristiche proponendoci un'esperienza di guida diversa dal solito e capace di soddisfare ogni tipologia di giocatore. Proprio per farci assaporare i vari stili di guida presenti in questo capitolo, la demo messaci a disposizione da Microsoft per questa prova era divisa in tre sezioni. Una alla guida di un bolide stradale a nostra scelta tra Lamborghini Centenario, BMW M4 Coupè o Ford Shelby GT500R, una a bordo di un potente fuoristrada e l’ultima al volante di una scattante dune buggy, ovviamente su diversi tipi di terreno. Pur sapendo già che auto andrò a selezionare spendo alcuni secondi ad ammirare le tre autovetture mentre finisco di sistemarmi alla postazione. La cura per i dettagli è come di consueto ottima, così come la resa dei colori e la gestione dell’illuminazione, che rende estremamente realistiche le 3 autovetture. Non riesco a resistere. Scorro rapidamente il menu per tornare alla prima vettura, la Lamborghini Centenario, e la seleziono, godendomi le brevi sequenze animate con la quale mi viene presentata l’auto in tutta la sua bellezza. (Nota: nel video più in basso l'auto selezionata è la Ford Shelby, perché quella parte del gameplay proviene da una registrazione del nostro Neural la parte di gameplay con la corsa della dune buggy è invece tratta dalla mia sessione di gioco).

Pochi secondi di caricamento e mi ritrovo in pista, anzi meglio, in strada. E che strada! Come sicuramente sapete Forza Horizon 3 sarà infatti ambientato in Australia ed i primi istanti della demo trasmettono proprio la sensazione di trovarsi alla guida di una potente supercar sulle assolate strade australiane. La terra ai lati del percorso ha un colore rossastro e si alterna in modo credibile ad una vegetazione viva e ricca di dettagli che lascia intravedere in lontananza l’azzurro del cielo, su cui si stagliano alcune gigantesche montagne e nel quale mi sembra di scorgere perfino un elicottero. Prendo il controllo della Lamborghini e tento subito di recuperare terreno sulle due vetture che mi precedono, tra cui una Ferrari 458 Italia, mentre tutti e tre imbocchiamo ad altissima velocità un lungo rettilineo posizionato proprio sopra una diga. La potenza della Centenario mi permette di guadagnare una posizione, che cerco caparbiamente di mantenere mentre evito il traffico e mi immergo nella lussureggiante foresta che si estende subito dopo la diga. Qui la situazione si fa leggermente più complicata visto che la strada si stringe, le curve si moltiplicano ed il traffico aumenta, ma la musica elettronica che arriva dalla radio mi impedisce di alzare il piede dall’acceleratore e mi ritrovo ad inanellare una serie di sorpassi e pericolose derapate, che vengono puntualmente ricompensate con ottimi punteggi. Prima di uscire dalle foresta incontro anche una delle classiche “Speed Zone” presenti nel titolo, che concludo con una più che dignitosa velocità media di circa 135 MPH (pari a circa 220 km/h).

MX Video - Forza Horizon 3

Appena fuori dalla vegetazione ecco però arrivare il primo cambio di mezzo. Un potente pick-up irrompe sul percorso ed istantaneamente mi ritrovo alla guida di questo mezzo lanciato a tutta velocità su una strada sterrata, mentre la mia Lamborghini prosegue la corsa su una comoda striscia asfaltata. Il pad inizia a vibrare con intensità e subito vengo superato da un paio di avversari, che mi si piazzano davanti sollevando una nuvola di polvere. Decido di togliermi subito di torno almeno uno dei miei due nuovi amichetti e per farlo sfrutto la libertà di gioco concessa da Forza Horizon 3, tagliando qualche curva ed abbattendo qualche pianta. Tutto sembra funzionare ma appena prima di portare a termine il sorpasso definitivo il sistema fisico mi ricorda che sto esagerando e la macchina derapa quel tanto che basta da permettere al mio avversario di mantenere la sua posizione. Raddrizzo la vettura e mi ritrovo a percorrere ad altissima velocità una grotta buia che fa da “anticamera” ad una delle location più affascinanti mostrate negli ultimi mesi, ovvero la costa. Il sole sta tramontando e mi ritrovo a correre sul bagnasciuga insieme a numerose altre auto tra grotte naturali e piccole dune, mentre al mio fianco sfrecciano alcune monumentali formazioni rocciose. Proprio mentre inizio a guadagnare terreno ecco spuntare nuovamente il misterioso elicottero insieme ad alcune mongolfiere, un chiaro segnale della presenza di uno dei classici festival della serie Horizon, e questo segna la fine della seconda parte della demo.

Un breve caricamento seguito da una spettacolare sequenza in time-lapse mi introduce all’evento principale, denominato “Off The Chain”, e qui finalmente capisco il perché della presenza di un misterioso elicottero nelle sezioni precedenti. Sarà proprio questo a sollevare ed a trasportare la jeep del mio avversario lungo il percorso, mentre il mio rivale se ne starà comodamente seduto all’interno della sua auto. Stavolta mi ritrovo a bordo di una dune buggy: pochi secondi e la gara ha inizio. Il percorso è simile allo sterrato visto in precedenza ma sensibilmente più stretto, e devo dosare bene freno ed acceleratore per non finire contro i muretti di protezione posti ai lati della strada mentre sopra la mia testa la jeep del mio avversario sfiora ripetutamente le cime degli alberi. Lentamente la strada inizia ad allargarsi e dopo alcune svolte mi ritrovo nuovamente sulla spiaggia, ma stavolta intorno a me non ci sono formazioni rocciose o caverne ma solo una maestosa ruota panoramica, che costringe me e l’elicottero ad una brusca sterzata verso la parte sterrata del percorso. Da qui in avanti le varie tipologie di terreno ed ambientazione si alternano per alcuni minuti, tra curve improvvise e continui sorpassi tra me ed il mio avversario volante, che non manca di travolgere piante e cartelloni stradali sul suo percorso. Io intanto cerco di tagliare per quanto possibile le curve attraverso la vegetazione così da ridurre al minimo il distacco con l’elicottero ma dopo un adrenalinico salto (con tanto di incrocio di traiettorie tra me e la jeep sospesa) ed un paio di svolte abbastanza complesse mi ritrovo ancora dietro, proprio quando manca poco al traguardo. Ecco però che il mio avversario, forse per la troppa sicurezza, decide di farsi mollare sulla terraferma per tagliare in prima persona il traguardo e così facendo mi permette di recuperare terreno fino a superarlo e di tagliare il traguardo in prima posizione proprio mentre l’elicottero sfreccia sopra la folla in delirio.

Questa spettacolare sequenza concludeva la demo messa a disposizione da Microsoft e devo ammettere che, anche senza essere particolarmente approfondita, la sessione di gioco mi ha permesso di apprezzare la bontà del lavoro svolto dagli sviluppatori. La guidabilità, vero punto di forza delle serie, è rimasta praticamente invariata e permette di entrare in contatto diretto con ogni tipo di vettura in pochi secondi senza però risultare mai esageratamente arcade. Ogni tipologia di vettura ha le proprie caratteristiche così come ogni terreno, e il pad trasmette alla perfezione tutte le varie sfumature. Le tre differenti modalità di gara provate si sono rivelate estremamente divertenti dal primo all’ultimo istante, ed è inutile sottolineare quanto possa essere appagante gareggiare a tutta velocità contro un elicottero che vola a pochi metri dal suolo trasportando una jeep.

Dal punto di vista tecnico Forza Horizon 3 sembra rappresentare lo stato dell’arte e non a caso era ritenuto da molti uno dei più bei giochi presenti in fiera. La prova è avvenuta su Xbox One ed ha evidenziato modelli delle auto praticamente perfetti, illuminazione di grande effetto, effetti particellari realistici e frame-rate costante in tutte le occasioni. Durante la prova ho attraversato una grande varietà di situazioni, tra cui alcuni spettacolari guadi, e il motore grafico non ha mai mostrato segni di debolezza a dimostrazione dell’ottimo lavoro svolto da Playground Games. Menzione d’onore per la colonna sonora presente nella demo, che in più di un’occasione mi ha convinto a tenere giù l’acceleratore anche quando il buon senso diceva di non farlo, grazie ad alcune tracce ritmate di ottima fattura.

Forza Horizon 3 ha quindi confermato, se mai ce ne fosse stato bisogno, di essere in gran forma e di avere tutte le carte in regola per settare nuovamente gli standard di questo genere. Fortunatamente non dovremo attendere ancora molto per scoprire se gli sviluppatori hanno fatto nuovamente centro, visto che l’uscita è fissata per il 27 settembre 2016. Tenete quindi pronte le vostre postazioni di gioco e continuate a seguirci per non perdere nessun aggiornamento!

c Commenti (8)

copertina

L'autore

autore

Classe 1985 e cresciuto a pane, Commodore e Amiga, nel 1991 riceve il suo primo NES e da allora niente è più lo stesso. Attraversa tutte le generazioni di console tra platform, GDR, giochi di guida e FPS fino al 2004, quando approda su Xbox. Ancora oggi, a distanza di anni, vive consumato da questo sentimento dividendosi tra famiglia, lavoro, videogiochi, corsa, cinema e serie TV, nell’attesa che qualcuno scopra come rallentare il tempo per permettergli di dormire almeno un paio d’ore per notte.

c

Commenti

caricamento Caricamento commenti...