MondoXbox

Live your
passion!

MondoXbox




Space Hulk: Deathwing

Space Hulk: DeathWing - visto all'E3

Focus Home Entertainment ci ha dato la possibilità all'E3 di assistere ad una dimostrazione di Space Hulk: Deathwing, nuovo FPS ambientato nel mondo di Warhammer 40.000. Vediamo di cosa si tratta.
Gli sviluppatori di Streum On Studio ci hanno accolti all'E3 presentandoci una dimostrazione di Space Hulk: Deathwing, FPS, che ci mette a capo di una squadra di Space Marine, per essere più precisi del divisione Deathwing, con la missione di eradicare ogni forma Xenomorfica nella galassia. La nostra squadra è completamente customizzabile come da Codex Space Marine, quindi avremo la possibilità di scegliere tra una vasta gamma di armi differenti; ad esempio potremo optare per Thunder-Hammer in coppia con lo Storm-Shield oppure una bella coppia di Energy Claws o andare sui classici come Storm Bolter, maglio d’assalto, Autocannon e Lanciafiamme. Chi conosce l’equipaggiamento Space Marine sa inoltre che queste armi non sono da normale Space Marine, ma da Terminator: infatti nel gioco saremo proprio in una potente armatura Terminator. Il titolo disporrà inoltre anche di una piccola componente di gioco di ruolo, che permetterà di sviluppare i personaggi, facendo salire di livello e scegliendo tra differenti abilità.

La missione della dimostrazione svolta dagli sviluppatori aveva lo scopo di raggiungere la fonte di un segnale sconosciuto su di una nave dell’impero abbandonata, alla deriva nello spazio da decenni; che scopriremo essere piena di creature ostili. Per i più avvezzi al mondo di Warhammer 2K4, parliamo di Xenomorfi come Termagant, Genoraptor e anche i vecchi cultisiti Xeno.

I livello si presentava abbasta claustrofobico, il tipico scenario da astronave. Corridoi e porte con spazio per solo un altro terminator al nostro fianco: questo significa che dovremo organizzare bene i movimenti dei nostri compagni per evitare un continuo “body-block” e rischiare di farli morire mentre gli blocchiamo le vie di fuga. Già, perché in Space Hulk: Deathwing potremo decidere tatticamente cosa far fare ai nostri compagni e pianificare i loro movimenti grazie alla mappa accedibile in qualsiasi momento, con la possibilità di impostare cosa dovranno fare una volta arrivati in destinazione. La mappa dell'astronave si presentava abbastanza grande, piena di corridoi ed altri ambienti.

I Marine avranno cinque zone vitali: testa, torso , braccio destro, braccio sinistro e gambe. Quando la testa o il torso arrivano 0 saremo morti, ma ovviamente più saremo danneggiati e più i malus aumenteranno; per quanto riguarda game e braccia, man mano che vengono danneggiate queste perderanno progressivamente funzionalità fino a diventare pressoché inutili quando si arriva a 0. Se i membri della nostra squadra moriranno ma noi rimarremo in vita, dopo un certo tempo arriverà il Tecnoprete a resuscitarli, mentre la nostra morte comporterà il fallimento ed il riavvio all'ultimo checkpoint.

Per ora è tutto su questo interessante FPS; la data di uscita non è per ora nota, ma si parla di 2016.

c Commenti


c

Commenti

x Invio commenti disattivato per gli articoli più vecchi di tre mesi.
caricamento Caricamento commenti...